Il Monferrato, con le Langhe e il Roero. Colline che si distendono a perdita d’occhio, attraversate da fiumi come fossero nastri d’argento, boschetti di noccioli che conservano antichi sapori e profumi, distese di grano e girasoli punteggiate da piccoli borghi dal grande fascino storico-culturale, castelli lontani che sorvegliano il paesaggio come vetuste sentinelle e poi i vitigni che compongono graziose geometrie.

Una terra che la natura e l’uomo hanno plasmato, creando un paradiso vitivinicolo dichiarato “Patrimonio del’Umanità” dall’Unesco.
Un posto magico che non può nascondersi all’occhio di chi cerca di catturare la bellezza dell’attimo in uno scatto, da regalare a chi ha scelto questo magnifico paesaggio come location del proprio matrimonio.

E’ difficile trovare una terra altrettanto generosa di colori cangianti e mutevoli con le stagioni, e di luce nelle sfumature più ammalianti.
Non a caso questa porzione di terra piemontese è presa d’assalto da coppie che desiderano il Monferrato come scenario per delle nozze sobrie ma con una nota country, suggellandole con vini tra i migliori al mondo tra cui i noti “Barbera”, il “Moscato bianco” e il “Nebbiolo”.

strada-che-corre-fra-cielo-e-campagna-la-morra

La valle del Tanaro rappresenta un buon motivo per immortalare in fotografie il giorno più importante: borghi come La Morra, che intervalla gli ordinati vigneti con le sue architetture barocche, oppure Barolo, col suo Castello Falletti e i musei dedicati all’omonimo vino, possono costituire il luogo eccellente per un matrimonio intimo e suggestivo.
Così come Grinzane Cavour che ospita il famoso omonimo Castello del XIII, con all’interno un meraviglioso soffitto a cassettoni dipinto con ritratti, araldi o allegorie. Questa antica costruzione sorge in uno degli scenari più suggestivi del Monferrato.

Dominano la valle del Tanaro anche le colline del Barbaresco, ammantate di vigneti dai quali si produce il rosso e corposo “Barbaresco”. Le sue perle sono il paese di Barbaresco, dalla cui torre medioevale alta circa 30 metri si ha un visuale a 360° sulla valle, e i suoi borghi, compresa Alba: un vero anfiteatro circondato dalle sempre innevate Alpi. Senza dimenticare Neive: qui si potrà celebrare il matrimonio tra mercatini di antiquariato ed edifici tardo medioevali, vestiti di glicine e verde edera.

fabrizio-e-giorgia-mano-nella-mano-ad-acquiterme

Nei sacri monti del Piemonte e della Lombardia, dichiarati patrimonio dell’Unesco, si trova la riserva speciale del sacro monte di Crea: un altro motivo per sposarsi nel Monferrato. Un luogo mistico con il Santuario di Santa Maria Assunta, la cui cappella racchiude opere di rilievo, come quelle del Moncalvo e dell’Alberini, e con boschi lussureggianti di frassini e querce dove farsi fotografare. Un posto unico simbolo dell’arte e della devozione del Monferrato.

E poi c’è Nizza Monferrato, anch’essa zona classificata dall’UNESCO: un paesaggio meraviglioso che si stende nella valle Belbo percorsa dall’omonimo torrente. E’ una meta magica come scenario del matrimonio più bello da fotografare in ogni scorcio: non solo coltivazioni a vitigno Barbera ma anche la città medioevale “villanova” di Nizza Monferrato, con la la Torre Civica e le chiese di San Siro e San Giovanni in Lanero.

error: Content is protected !!