una-delle-meravigliose-sale-del-castello-di-agliè

Matrimonio al Castello di Aglié

Il vostro sogno è un matrimonio principesco? Il Castello di Agliè è la soluzione giusta per voi. Già residenza reale dei Savoia e inserito nella lista dei Beni Unesco, il castello ducale è un vero e proprio sogno ad occhi aperti. Scalinate imponenti, stanze sfarzose e ricche di storia, arredamenti reali d’epoca. Ma anche giardini romantici, fontane con statue grandiose e specchi d’acqua scenografici.
Il matrimonio al Castello di Agliè in provincia di Torino sarà davvero indimenticabile, sia per gli sposi che per gli invitati.

Castello di Aglié: un po’ di storia

Non si può parlare del Castello di Agliè senza raccontare un po’ della sua lunga e importante storia.
La costruzione del nucleo originario del Castello di Aglié risale addirittura al dodicesimo secolo, ma è nel 1763 che avviene l’evento che cambierà le sorti del luogo. In quell’anno infatti viene acquistato dalla casa reale dei Savoia che intraprende un grande progetto di riqualificazione che comprese la costruzione di:

  • parrocchiale collegato al castello con galleria a due piani;
  • fontane con statue;
  • giardini e parco con specchio d’acqua.

Dopo una breve parentesi come sede di ospizio nell’era napoleonica, nel 1823 il castello ritornò in proprietà della Casa Reale che si occupò di ri-arredare le sale con l’aiuto degli artisti di corte. Non solo: venne inoltre ristrutturato il parco seguendo una logica romantica che tutt’ora è presente.
Nel 1939 il Castello di Agliè fu venduto allo Stato e divenne un luogo adibito a museo.
Come gran parte delle residenze della Casa Reale di Savoia, di Torino e nei dintorni, anche il Castello di Agliè è stato inserito nella Lista del patrimonio Mondiale Unesco nel 1997.

Sposarsi al Castello di Aglié: sale sontuose ricche di storia

La parola d’ordine al Castello di Agliè è sontuosità. Gli ambienti interni ed esterni sono infatti rimasti pressoché intatti e raccontano le storie reale di corte. 
In particolare:

  • affreschi decorativi delle sale;
  • finestre, porte intarsiate;
  • arredamenti d’epoca dei Savoia.

Sposarsi al Castello di Aglié in provincia di Torino significa intraprendere un incredibile viaggio attraverso 300 stanze che ospitano collezioni preziose di ogni epoca. Nelle sale sono infatti ospitati quadri, reperti archeologici, raccolte ornitologiche e orientali. Da vedere in particolare il sontuoso Salone da Ballo con i suoi affreschi.

parco-di-alberi-secolari-davanti-al-castello

Giardini romantici per nozze da favola ad Aglié

La sontuosità degli interni va di pari in passo con i fantastici spazi esterni. La bellezza architettonica della facciata e dell’intera struttura con ampie scalinate farà felice il fotografo di matrimonio al Castello di Aglié.
La location è stata scelta in passato per le riprese della famosa serie tv italiana “Elisa di Rivombrosa” ambientata proprio all’epoca dei reali di Savoia.
Nei primi anni della sua costruzione, il giardino aveva seguito una logica di simmetria, successivamente si è invece optato per una struttura romantica che persiste ancora oggi. Gli specchi d’acqua e le fontane adornate con imponenti statue conferiscono agli spazi esterni un sapore d’altri tempi. Proprio come in una favola reale.

la-serra-si-affaccia-su-ampia-terrazza

Matrimonio civile al Castello di Aglié

Per organizzare un matrimonio al Castello di Aglié occorre dotarsi di catering che sappia allestire un banchetto di nozze all’altezza della sontuosità del luogo.
Non solo: è possibile infatti celebrare matrimonio con rito civile. In questo modo la cerimonia acquisterà ancora più valore, grazie alla splendida e principesca location.

serra-che-ospita-il-banchetto-imperiale

 

Il matrimonio al Castello di Aglié ha un gusto reale, grazie agli arredamenti d’epoca risalenti all’età dei Savoia. Gli incantevoli spazi interni conservati come un tempo, i giardini romantici, fontane e specchi d’acqua, ampie scalinate. Uno scenario perfetto per un matrimonio da favola.

Per contattare la struttura:
Tel: 0124 330102
Email: pm-pie.aglie@beniculturali.it

error: Content is protected !!